Casa domotica Souliss – Nodo con RS-485

Nodo con RS-485: parte prima

Premessa prima di integrare il modulo nel progetto del nodo.

Con l’utilizzo del modulo di figura 1 si può implementare ad arduino la seriale RS-485 per inviare dati su lunghe distanze (fino a 1 Km) con un semplice doppino intrecciato.

RS485 Module.jpg

Figura 1

Lo schema elettrico relativo al modulo RS-485 è mostrato in figura 2.

RS-485 Arduino Module
Figura 2

La rete di periferiche RS-485, collegate tra loro con i pin A e B, vedi figura 3, ha resistenze da 120 ohm di terminazione ad ogni estremità, già incluse sul modulo (R7). Se si utilizzano più di 2 moduli sulla propria rete RS-485,  è necessario rimuovere la resistenza da 120 ohm (R7) su quei moduli intermedi.

Connessione RS-485
Figura 3 – Connessione RS-485

Teoria in breve.

La connessione seriale utilizzata è in configurazione a due fili twistati, half-duplex e multipunto. Lo standard specifica un sistema di gestione del segnale in forma differenziale: la differenza tra la tensione presente sui due fili costituisce il dato in transito. Una polarità indica un livello logico 1, quella inversa indica il livello logico 0. La differenza di potenziale deve essere di almeno 0,2 V per un’operazione valida, ma qualsiasi tensione compresa tra +12 V e −7 V permette il corretto funzionamento del ricevitore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.